Cerca:

Nella sezione:
 
 
Iscriviti alla Newsletter
 

print version
Pubblicazioni

Dematerializzazione dei documenti contabili e fiscali
di Federico Campomori (edizioni Il Sole 24 Ore, giugno 2006)
13.07.06

copertina_libro_dematerializzazione_contabili 

Titolo: Dematerializzazione dei documenti contabili e fiscali

Sottotitolo: Emissione e conservazione. Aspetti giuridici, fiscali e tecnologici. Controlli, responsabilità e sanzioni.

Autore: Federico Campomori

Pagine 210, prezzo 25 euro.

INDICE DEGLI ARGOMENTI

 

PRESENTAZIONE

 

La gestione di un volume in costante crescita di documenti cartacei rappresenta oggi una delle principali aree di inefficienza per aziende ed enti pubblici.

Tutti i processi di gestione documentale cartacea sono infatti caratterizzati da eccessiva onerosità, difficoltà di condivisione e archiviazione , tempi di ricerca elevati,  facilità di errori, smarrimenti ed altre più o meno costose inefficienze.

Ecco perché il tema della dematerializzazione è diventato oggi di grande attualità: pubblica amministrazione, imprese e studi professionali hanno intuito da tempo gli enormi risparmi di costi diretti ed indiretti conseguibili con una gestione documentale in modalità totalmente informatica.

Il quadro legislativo attuale e lo stato dell’arte di una tecnologia oramai ampiamente collaudata consentono una piena validità giuridica e una buona affidabilità tecnica dei processi di digitalizzazione in ambito amministrativo, dove circolano i flussi documentali quantitativamente più rilevanti (pensiamo al caso del ciclo di fatturazione attiva e passiva) e con obblighi normativi di conservazione nel tempo (dieci anni) meno vincolanti.

Il distacco dalla carta necessita indubbiamente, oltre che di un superamento delle resistenze culturali e psicologiche certamente esistenti, di una riprogettazione dei processi amministrativi, sia in ambito pubblico che privato, attraverso l’utilizzo diffuso dei nuovi strumenti abilitanti: firma digitale, validazione temporale, fatturazione elettronica, posta elettronica certificata.

Pur essendo solo agli inizi di un processo per certi versi rivoluzionario e certamente inarrestabile , i casi di successo ad oggi non mancano.

In ambito privato, diverse aziende hanno iniziato a implementare processi di fatturazione elettronica e/o di conservazione sostitutiva dei documenti a rilevanza contabile e fiscale, tuttavia l’abbandono della carta a favore del supporto informatico ha ancora una diffusione piuttosto limitata rispetto ai benefici che la sua applicazione diffusa potrebbe generare.

Questo libro vuole dunque essere una guida operativa per imprese e professionisti in merito alle nuove possibilità offerte dalle recenti disposizioni di legge, che richiedono per una loro corretta applicazione un’accurata analisi di tutti gli aspetti fiscali, giuridici e tecnologici correlati.

Il primo capitolo è quindi dedicato all’analisi della normativa di riferimento riguardante la generalità della documentazione amministrativa a rilevanza civilistica e fiscale, con una particolare attenzione al valore giuridico dei nuovi strumenti del mondo digitale.

Il secondo e terzo capitolo entrano nel dettaglio delle modalità e delle tempistiche per la  dematerializzazione dei più importanti documenti aziendali, tra cui fatture, libri e registri contabili, che vengono analizzati singolarmente.

Il capitolo quarto è poi dedicato ai rapporti con l’amministrazione finanziaria, concentrando l’attenzione sulle nuove modalità di ispezioni e controlli da parte degli organi competenti e sui possibili risvolti sanzionatori della errata applicazione delle nuove norme in materia.

L’ultimo capitolo del libro riporta poi due significativi casi aziendali esemplificativi delle procedure che possono essere adottate per dematerializzare gran parte della documentazione rilevante del ciclo amministrativo-contabile.

per acquistare on line, clicca qui  (Il Sole 24 Ore shopping on line)



Dematerializzazione dei documenti contabili e fiscali
di Federico Campomori
ed.Il Sole 24 ORE
giugno 2006



Scrivi a Fiscali.it @

fiscali.it 2011 - P.IVA 04328090370 Direttore responsabile Federico Campomori